Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Celebrazioni per il Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate” (Mosca, 6 novembre)

Data:

07/11/2018


Celebrazioni per il Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate” (Mosca, 6 novembre)

In concomitanza con le celebrazioni del “Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate”, si è svolto ieri, nella prestigiosa cornice di Villa Berg, un ricevimento organizzato dall’Ufficio dell’Addetto militare dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, che ha registrato la partecipazione di numerosi ufficiali delle rappresentanze diplomatiche militari accreditate presso la Federazione ed esponenti delle istituzioni russe.
Un evento celebrativo che, a 100 anni dall’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti con l’immediata cessazione delle ostilità tra il Regno d’Italia e l’Impero Austro-Ungarico, ha assunto ancor maggior rilievo. Nel corso di quei drammatici anni di atroce efferatezza, infatti, l’Italia portò a compimento il processo di unità nazionale, forgiò il proprio popolo, fondando il dogma dell’indivisibilità e dell’indipendenza della Nazione.
Si tratta di una ricorrenza votata alla commemorazione di tutti i caduti durante la Grande Guerra, i quali hanno sacrificato il bene supremo della vita per l’ideale di Patria e senso del dovere; una giornata altresì dedicata alle Forze Armate, al decisivo contributo dei militari alla costruzione dello Stato italiano e al prezioso servizio di tutti coloro che indossando una uniforme con il Tricolore – tanto in Italia quanto all’estero – a scapito della loro stessa incolumità, assicurano a noi tutti l’esercizio delle risorse di libertà che la Costituzione mette a disposizione.
Congiuntamente con l’Addetto per la Difesa, Generale di Brigata Alfonso Miro, e l’Addetto aggiunto per la Difesa, Capitano di Vascello Curzio Pacifici, S.E. l’Ambasciatore Pasquale Terracciano ha accolto gli intervenuti, autorità civili e militari, in rappresentanza di oltre 140 Paesi. Tra gli ospiti il leggendario cosmonauta Sergej Krikalev, uomo dei record rimasto in orbita più di qualsiasi altro essere umano (oltre 800 giorni) e capace con la sua storia di ispirare libri e film.

img 0179

 


1153