Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

L’Ambasciatore Starace saluta Mosca: ‘c’è bisogno di voci di pace’.

Alla vigilia della sua partenza per l’Italia, l’Ambasciatore Giorgio Starace ha salutato la comunità dei connazionali a Mosca e i rappresentanti delle imprese italiane attive in Russia, nel contesto di un briefing organizzato dalla Rappresentanza Diplomatica per fare il punto sulle prospettive economiche del Paese e gli sviluppi normativi, anche alla luce del quadro sanzionatorio.
A seguire, l’Ambasciatore si e’ avvalso dell’occasione per salutare per rappresentanti del corpo diplomatico accreditato in Russia, delle imprese stesse e della società civile russa.
Nel suo intervento, molto applaudito, l’Ambasciatore ha richiamato l’impegno a sostegno della comunità italiana in Russia, che proseguirà a 360 gradi, così come le iniziative volte a favorire il dialogo
con la società civile russa che, nonostante tutto, continua a guardare all’Italia come ad un punto di riferimento culturale, e agli italiani e alle italiane come un popolo amico. Nessuno può comprendere realmente una guerra dissennata, che tanti problemi ha generato e ha causato tante vittime innocenti. I russi e le russe hanno bisogno di voci che presentino percorsi di pace e non altri inutili spargimenti di sangue. L’Ambasciatore ha presentato gli sforzi profusi per esprimere la posizione dell’Italia, Paese che con la Russia ha una lunga storia di profondi contatti, e per favorire la prosecuzione del dialogo fra popoli.